LATEST NEWS

Don't lost it!

Masters & Veterans – INLINE HOCKEY WORLD CUP 2018 – (Czech Republic)

ITALIA MASTERS – Over 38

I Mondiali di quest’anno per l’Italia iniziano in salita, con davvero tante assenze. Infatti la gran parte della squadra che l’anno scorso rappresentava la Nazionale Masters – per varie ragioni – non ha potuto partecipare.

Durante la fase a gironi l’Italia non riesce a vincere nessuna delle tre partite: inizia a prendere le misure, migliorando di gara in gara. 

Si parte così con una sconfitta per 7-1 contro la Germania, poi un 5-3 in un match comunque combattuto contro la Slovacchia, infine una partita davvero ben giocata contro la Svizzera, terminata 4-2 con gran parte della partita combattuta in parità sul due pari.

Gli accoppiamenti, a questo punto, seguono una formula particolare che concede a tutte le squadre una chance di andare avanti ma porterà gli azzurri (undicesimi su dodici squadre) a scontrarsi ad ogni turno con la squadra meglio piazzata nel ranking iniziale.

La partita contro la Gran Bretagna è emozionante. Gli italiani si difendono ostinatamente dagli assalti degli avversari, ciononostante si va alla pausa sul 2-0 per loro. Negli ultimi 10 minuti, però, l’Italia tira fuori tutto quello che ha, recuperando il risultato con un grande cuore per poi vincere la partita ai supplementari. 

Entrati quindi nei quarti di finale si gioca contro la Repubblica Ceca, campione del mondo in carica. Finisce 7-0 per i padroni di casa, complice anche la stanchezza del match appena giocato contro i britannici.

Si gioca a questo punto, di nuovo contro la Germania. Dopo il doppio svantaggio l’Italia nel finale della partita accorcia le distanze e solo per poco non riesce a fare anche il secondo. Il 3-1 arriva a porta vuota, tentando il tutto per tutto. 

L’ultima partita con l’Ungheria, valida per il settimo posto, vede la vittoria azzurra per 4-3 in una partita equilibrata e divertente. Nel finale gli azzurri, in vantaggio per 4-2, subiscono la pressione avversaria ma riescono però a salvare la porta in più occasioni e pur subendo il goal del 4-3 a 20 secondi dalla fine porteranno a casa la partita ed il settimo posto.

Un settimo posto che, date le premesse e con un roster ridotto veramente all’osso, è un risultato di gran lunga al di sopra delle aspettative.

ITALIA VETERANS – Over 45

La 3^ World Cup per i Veterans (Over 45) viene affrontata dalla Nazionale Italiana con un roster che vede alcuni nuovi innesti in quell’organico che ha partecipato alle precedenti due edizioni.

La prima partita dell’iniziale Round Robin giocata con gli Stati Uniti d’America, anche se conclusa con una sconfitta per 1-6 (0-4)(1-2), serve a cercare sin da subito il giusto equilibrio nelle linee ed a perfezionare la tattica di gioco per poter meglio affrontare le successive sfide. 

Nella seconda giornata, con qualche miglioramento ancora da apportare in fase offensiva, viene battuta per 3-0 (1-0)(2-0) la tenace e combattiva formazione della Gran Bretagna. Neanche il tempo di godersi la vittoria che l’attenzione volge poi nel giro di poche ore al match contro la Repubblica Ceca: una partita giocata in modo onorevole ed ordinato, concludendosi col risultato di 2-7 a favore dei padroni di casa. 

La terza giornata del girone di qualificazione registra la netta vittoria italiana per 6-0 contro i simpatici “Kiwis” della Nuova Zelanda

Le due vittorie ottenute dall’Italia nel Round Robin assegnano alla Nazionale il terzo posto di qualificazione. A questo punto del torneo ogni partita è una finale a se stante: o dentro o fuori. Gli accoppiamenti incrociati mettono sul cammino della Nazionale Veterans la temibile corazzata Canada. La formazione nordamericana non ci mette molto ad imprimere il proprio gioco e una forte pressione nei confronti dell’Italia, la quale si difende con attenzione e tanto sacrificio dall’onda d’urto canadese: prova ne è che il risultato del primo tempo si chiude con il Canada in vantaggio di una sola rete segnata in azione di power-play. La morsa canadese continua nel secondo tempo, andando a segno altre tre volte e portando il risultato finale sul 0-4 (0-1)(0-3). Purtroppo con questa sconfitta si rimane fuori dalle semifinali e dalla zona medaglie, ma rimane la piena consapevolezza di una buona prestazione seppur con qualche piccolo rammarico.

Il successivo appuntamento vede l’Italia affrontare nuovamente la Gran Bretagnaper contendersi l’accesso alla finale per il 5°/6° posto. Nella squadra c’è tanta voglia di far bene fino in fondo per prendersi altre belle soddisfazioni. Così si scende in pista con convinzione e senza grossi patemi si riesce a vincere col risultato di 4-1 (3-0)(1-1).

Manca solo un ultimo scoglio da superare per arrivare il più vicino alle squadre “Top 4” ed è quello della Germania. La Nazionale Veterans parte bene e riesce a portarsi in vantaggio sul 2-0, ma anche i Tedeschi non ci stanno a perdere e riescono a pareggiare nei primi minuti del secondo tempo per poi ribaltare lo score portandosi sul 2-3. La reazione della compagine italiana non tarda ad arrivare, andando così a concretizzare il meritato pareggio. Però la sofferenza non è ancora finita, perché prima di concludere i tempi regolamentari c’è bisogno di un ottimo penalty killing per annullare una nuova superiorità tedesca. Si va all’overtime con ancora tanta voglia di vincere anche se è la Germania a rendersi maggiormente pericolosa in diverse occasioni, annullate egregiamente dal reparto difensivo azzurro. Finalmente al minuto 6:25 del tempo supplementare Benvegnù, ben assistito da Valduga, mette fine alla splendida partita regalando la vittoria con un risultato ormai classico tra queste nazioni: Italia batte Germania per a 3

L’entusiasmo e l’esultanza in campo sono indescrivibili, consapevoli dell’ottimo cammino portato a termine e della fantastica impresa di arrivare “Quinti dietro agli Extraterrestri” (cit. Cocco) in questa emozionante terza edizione della World Cup Veterans. 

#letsgoitalianveterans

Leave a Reply